Tu-torial è un progetto di arte e tecnologia ideato da Margherita Landi e Agnese Lanza, danzatrici e coreografe. Il progetto vede soggetti diversi coinvolti in performance guidate dal visore VR.

Il progetto indaga la relazione tra corpo e tecnologia. Tu-torial approfondisce il contrasto che si crea tra l’alienazione dalla realtà di chi indossa il visore VR -o guarda uno schermo- ed il coinvolgimento creato dal contenuto proiettato. 

Tu-torial significa poter essere guidato, quindi poter danzare grazie al visore VR.
Con Tu-torial si può diventare performer senza conoscere la coreografia.

Il performer, che sia esperto o amatore, indossa un visore VR. Il contenuto proiettato prevede una serie di movimenti estrapolati da scene cinematografiche che guidano il performer.

La performance di arte e tecnologia con la VR Tu-torial è un progetto che si articola in tre fasi di ricerca ed ognuna ha prodotto diversi esiti. Il primo esito ha dato vita ad un’installazione, il secondo ad una performance, il terzo è in fase di lavorazione.

MOVEMENT AND MOVIES

Nell’installazione MOVEMENT AND MOVIES sono messi a disposizione due visori per chi vuole fare esperienza del movimento. Si crea così una breve coreografia che genera duetti giocosi, inconsapevoli e ciechi.

SCREEN TO BODY

La performance SCREEN TO BODY è un’esplorazione degli strumenti che influenzano il corpo, in un percorso che va da schermo a cellulare a visore VR. La coreografia che si crea coinvolge il pubblico e lo porta in scena con delle danzatrici attraverso la tecnologia VR.

La terza fase di ricerca è in lavorazione.

Tu-torial locandina
Tu-torial
Durata flessibile


Genere: Performance Arte, Tecnologia Anno: 2019Prodotto da: Margherita Landi e Agnese LandiRegia: Margherita Landi, Agnese LanzaProduzione: Gold, Company Blu, KinkaleriSupporto tecnico: Lorenzo Franceschi per il VRCast: Maria Vittoria Feltre, Agnese Lanza e due volontari dal pubblicoMontaggio: Sasan Bahadorinejad, Margherita LandiMusica: Various ArtistsCoreografia: Margherita Landi, Agnese LanzaCostumi: Margherita Landi, Agnese LanzaGrafica: Azzurra Giuntini